Incentivo per assunzione dopo alternanza scuola lavoro

La Legge di Bilancio 2020 prevede un incentivo per l’assunzione a tempo indeterminato di giovani dopo un periodo di alternanza scuola – lavoro

È previsto l’esonero contributivo pieno, nel limite massimo di 3.000 euro su base annua, per 36 mesi, per i datori di lavoro privati che assumono a tempo indeterminato, entro 6 mesi dall'acquisizione del titolo di studio:

a) studenti che abbiano svolto, presso il medesimo datore di lavoro, attività di alternanza scuola-lavoro per almeno il 30%:
i.    delle ore di alternanza previste ai sensi dell'articolo 1, comma 33, della Legge 107/2015,
ii.    del monte ore previsto per le attività di alternanza all'interno dei percorsi erogati ai sensi del capo III del Decreto Legislativo n. 226/2005,
iii.    del monte ore previsto per le attività di alternanza realizzata nell'ambito dei percorsi di cui al capo 11 del D.P.C.M. 25 gennaio 2008,
iv.    del monte ore previsto dai rispettivi ordinamenti per le attività di alternanza nei percorsi universitari;
b) studenti che abbiano svolto, presso il medesimo datore di lavoro, periodi di apprendistato per la qualifica (c.d. di 1° livello) o periodi di apprendistato in alta formazione (c.d. di 3° livello).

Per ottenere il riconoscimento dell’incentivo, i giovani devono essere assunti a tempo indeterminato e l’assunzione deve avvenire entro 6 mesi dal diploma.